Contributi diretti alla prevenzione della crisi di impresa

Contributi diretti alla prevenzione della crisi di impresa

A partire dal 26.07.2021 e fino al 31.10.2021, le imprese attive nella provincia di Cosenza, potranno presentare le domande di partecipazione al Bando per la concessione di contributi diretti alla prevenzione della crisi di impresa.

La Camera di Commercio di Cosenza di Cosenza intende favorire l’introduzione dei sistemi di allerta e prevenzione della crisi di impresa nonché promuovere il ricorso da parte delle imprese in crisi supportare al procedimento di composizione assistita della crisi d’impresa dinanzi agli OCRI, Organismi di Composizione della Crisi costituiti presso le Camere di Commercio

Il bando prevede contributi fondo perduto finalizzati alla copertura delle spese sostenute dalle pmi ai fini dell’adeguamento alle nuove norme di cui al Codice della Crisi e dell’Insolvenza e della prevenzione delle crisi di impresa.

L’importo massimo concedibile è di 5.000,00 euro. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili.

Sono ammissibili le spese finalizzate a:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi al monitoraggio dell’equilibrio economico finanziario e degli assetti organizzativi;
  • adozione di strumenti di allerta, anticipazione e gestione delle crisi di impresa;
  • acquisto di strumenti hardware e software funzionali all’introduzione dei sistemi di monitoraggio dell’equilibrio economico finanziario, di allerta e gestione della crisi di impresa.

La presentazione delle domande dovrà avvenire per invio telematico. È prevista una procedura a sportello valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Per ulteriori dettagli sulle spese ammissibili e per assistenza nella presentazione delle domande, potete contattare i nostri uffici.

Presentazione domande contributo ZEA. Proroga al 14 aprile

Presentazione domande contributo ZEA. Proroga al 14 aprile

In attuazione dell’art. 227 del provv. c.d. “Rilancio” il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato il bando che prevede 40 milioni di euro destinati al sostegno delle Zone Economiche Ambientali.

Per accedere al contributo le domande potranno essere presentate in via telematica fino al 14 aprile 2021.

Il beneficio è rivolto a tutte le micro e piccole imprese che svolgono la loro attività all’interno di un’area che coincide con il territorio di un parco nazionale (ZEA) oppure all’interno di un’area marina protetta.

È altresì necessario:

  • avere sofferto una riduzione del fatturato, confrontando quello registrato nel periodo intercorrente tra gennaio e giugno 2019 con quello registrato nello stesso periodo del 2020;
  • svolgere attività economica eco-compatibile;
  • non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà;
  • non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali.

Le risorse, di entità pari a Il contributo straordinario è cumulabile, nel tetto massimo della perdita subita, con le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare la crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria Covid-19, comprese le indennità erogate dall’Inps.

Ogni ulteriore approfondimento è disponibile nella nostra Area Riservata.

Per maggiori informazioni, contatta i nostri uffici.